mercoledì 23 settembre 2009

Se non è fascismo non saprei come chiamarlo.

"Non riesco a capacitarmi del fatto che si tolleri con tanta leggerezza il proliferare di giornali nuovi, vedi quello di Marco Travaglio, l’uomo più viscido della sinistra disfattista e sempre alla ricerca di nuovi modi per indebolire il premier, vista la continua ascesa dello stesso nel consenso degli italiani. Possibile che l’avvocato Ghedini non riesca a trovare un reato plausibile per la chiusura di queste «vipere» che strisciano con il continuo intento di mordere il premier e causarne la morte politica? Un giornale che palesemente offende e denigra il capo del governo va subito chiuso. Lasciamo poi le critiche a chi è nato per criticare tutti gli avversari politici. Una volta creato l’esempio gli altri giornali di sinistra si guarderanno dal continuare ad offendere il premier e la sua coalizione. Possibile che non si riesca a trovare una norma che preveda l’attentato morale al capo del governo? Io credo che l’unica soluzione a questo continuo stillicidio di calunnie sia quello di rispondere con i sistemi usati (che io non approvo) da Putin nei confronti della Georgia, e della Cina nei confronti dei monaci tibetani: «La forza». Dopo una serie di bastonate inflitte a Franceschini, D’Alema, Travaglio, Santoro e Maurizio Mannoni, si vedrebbero subito i risultati, si vedrebbe il ritorno del rispetto nei confronti di Berlusconi."

- Mario Cervi, su "Il Giornale" di oggi.

6 commenti:

Federico ha detto...

disgustoso.

lafranzine ha detto...

Il giornale di Travaglio già alle 9 era sold out in tutta Milano, e dico tutta!

Jallo ha detto...

il tentativo editoriale di travaglio, per ora niente di che mi pare, non giustifica certo queste parole di sommo disprezzo. ma quando la facciamo questa benedetta marcia per libertà di stampa ???

paulmoss ha detto...

Io non credo agli anticorpi democratici. Un giorno qualcuno potrebbe scrivere le stesse contro di noi. E non avremo fatto nulla per fermare tutto questo?

manu ha detto...

che schifo...manifestazione rinviata al 3 ottobre, almeno sicuramente a Roma, ma credo che sarà anche a Milano...
Fra i miei sono riusciti ad accaparrarsene uno, per fortuna!
;-)

Federico ha detto...

a meno che altri parà della folgore non decidano di compiere il loro dovere...