lunedì 5 ottobre 2009

Meno male che ci sono gli amici

La settimana del mio compleanno non è stata delle migliori. Sono successe molte cose, tantissimi cambiamenti e altrettanti sbatti. Avevo davvero bisogno dell'appoggio e del sostegno di qualcuno, che mi facesse capire che c'era qualcuno che si preoccupasse per me. Avevo lanciato diverse richieste di aiuto... e sapere che qualcuno le ha colte davvero mi ha riempito il cuore di gioia.

Volevo ringraziarvi tutti per la splendida serata di sabato. Non solo per il meraviglioso regalo, ma per quello che significa. Il vero regalo che mi avete fatto è stata la cura e l'attenzione che mi avete dedicato, l'avermi ascoltato e capito... ma soprattutto l'appoggio per il futuro.

Mi avete commosso davvero.

Il ringraziamento maggiore, scusatemi ma è doveroso, va alla Manu che per me si è messa alla prova, ha superato alcuni blocchi e mi ha regalato un pezzo di sè, che in realtà siamo un po' tutti noi. Il romanzo Ormony è bellissimo, leggero, delicato, ironico, divertente, geniale e sovversivo allo stesso tempo. Una complessità contenuta in una tale semplicità che solo una penna meritevole può creare.

Quella serata rimarrà con me, spero anche con voi (il mio divano ha ancora la forma di nonno Ema). Auguro a tutti di trovare degli amici come voi: speciali, ironici, geniali e sensibili. Siete una combinazione più unica che rara.

Grazie Fra (ormani ti vedo solo come donna settecetesca), Gaia, Alice, Manu e Ema.

1 commento:

manu ha detto...

avessi avuto le paLLe,
dopo aver finito di leggere
quella sera,
mi sarei alzata
per brindare con lo whysky a tutti voi
perchè
l'emozione
di sentire leggere, per la prima volta, dalle vostre voci
qualcosa creato e scritto da me

e stare là tutti insieme in una casa nuova, ad immaginare la mia storia...


bhè
credetemi, non l'ho mai provata in vita mia e spero che abbiate capito quanto siete fottutamente importanti anche per me...

E a te Franzina, ho risposto su FacebOOK...ma anche qui...GRAZIE